Dipartimento

Ricerca

Personale

Collabora

Laboratori

Magazine Contatti
EN

Data inizio

Ottobre 2021

Data fine

Ottobre 2023

Status

Attivo

BUDD-e. Blind-assistive aUtonomous Droid Device

Data inizio

Ottobre 2021

Data fine

Ottobre 2023

Status

Attivo

Il progetto promuove un recupero equo delle persone ipovedenti, colpite da misure di contenimento Covid-19 come le restrizioni all'uso quotidiano di spazi e servizi.

L'obiettivo è quello di migliorare l'accessibilità attraverso un approccio integrato che unisca design inclusivo, ICT e robotica, ovvero una guida robotica autonoma da utilizzare in luoghi pubblici o ambienti interni anche come a supporto delle attività sportive.

Nel progetto BUDD-e verranno messe a frutto in modo sinergico le competenze multidisciplinari (ICT, Automazione, Design e Architettura) dei membri del consorzio al servizio del Design Inclusivo, grazie al quale spazi e servizi potranno essere resi pienamente accessibili, funzionali e fruibili da soggetti ciechi e ipovedenti.

In particolare, verranno applicati approcci di UserCentred Design per supportare l’accessibilità a spazi pubblici (prevalentemente strutturati) e ambienti indoor. All’interno di questi ambienti, il robot guida BUDD-e svolgerà un ruolo fondamentale per supportare le attività degli utenti ciechi e ipovedenti. BUDD-e sarà un robot autonomo realizzato sulle esigenze specifiche delle persone cieche e ipovedenti, in grado di guidare e supportare – con, ad esempio, anche la possibilità di trasportare beni – l’utente durante la quotidianità, evitando collisioni, mantenendo, se possibile e richiesto, i profili di velocità e/o traiettoria necessari e trasmettendo informazioni rilevanti sul percorso tramite segnali acustici – e.g. avvisi.

Un’analisi preliminare ci ha portato a individuare delle aree di intervento su cui saranno concentrate le attività del progetto. In particolare, si stima che BUDD-e può avere un forte impatto su applicazioni di wayfinding in strutture mediche e di cura, centri e spazi commerciali, centri culturali (ad esempio musei) e centri sportivi. In particolare, il laboratorio E4sport supporterà il progetto Budd-e nel suo utilizzo all’interno del centro sportivo Giuriati per supportare l’allenamento di utenti ciechi e ipovedenti durante le attività sportive, ad esempio la corsa.

Gruppi di ricerca